AbrAxaS

per tutti gli appassionati di rock e sottogeneri
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Così parlò Zaratustra

Andare in basso 
AutoreMessaggio
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Così parlò Zaratustra   Mar Feb 05, 2008 11:38 pm

Questa è l' angolo dedicata a ... Zaratustra
Vi consiglio di non aggiungere argomenti in questa stanza, ma di fare solo domande casomai le mie parole risultassero troppo oscure ...
o meglio ancora se non capirete vorrà dire che non siete degni di capire ...
Ad ogni modo intendo usare solo citazioni prese dai grandi amanti della conoscenza ...


Anticipazione:
-L'uno, l' unico saggio, non vuole e vuola anke essere chiamato Zeus.


Ultima modifica di il Mer Feb 06, 2008 12:59 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Kostantine
Nukenin
Nukenin
avatar

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 30.01.08

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Mer Feb 06, 2008 12:24 am

Domenico tu credi nell'eterno di qualkosa????
Credi ke una kosa può essere eterna???
Se si perchè??
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
HellsinG
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 14.01.08
Età : 30
Località : Nowhere

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Mer Feb 06, 2008 1:07 am

ah anche tu hai letto questo libro..?
Bravo domè da te me lo dovevo aspettare...
study Smile

_________________
Let's Rock 4 Ever...Until The End Of The Time...!!
AbrAxaS


Ultima modifica di il Mer Feb 06, 2008 1:22 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://abraxas.forumattivo.com
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Mer Feb 06, 2008 1:05 pm

Kostantine ha scritto:
Domenico tu credi nell'eterno di qualkosa????
Credi ke una kosa può essere eterna???
Se si perchè??
Userò, come ho detto, parole che non mi appartengono, sottraendole all' eternità:

-Questo ordine, che è identico per tutte le cose, non lo fece nessuno degli dei nè degli uomini,
ma era sempre ed è e sarà fuoco eternamente vivo, che secondo misura
si accende e secondo misura si spegne.
_______

Immortali-mortali, mortali-immortali,
vivendo la morte di quelli, morendo la vita di quelli.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
HellsinG
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 14.01.08
Età : 30
Località : Nowhere

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Mer Feb 06, 2008 1:07 pm

....L'eterno Ritorno....

_________________
Let's Rock 4 Ever...Until The End Of The Time...!!
AbrAxaS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://abraxas.forumattivo.com
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Pensieri orfici   Mer Feb 06, 2008 1:11 pm

I confini dell' anima non li potrai mai trovare,
per quanto tu percorra le sue vie,
così profondo è il suo logos.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
HellsinG
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 14.01.08
Età : 30
Località : Nowhere

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Mer Feb 06, 2008 1:18 pm

Che accadrebbe se, un giorno o una notte, un demone strisciasse furtivo nella più solitaria delle tue solitudini e ti dicesse: “Questa vita, come tu ora la vivi e l’hai vissuta, dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte, e non ci sarà in essa mai niente di nuovo, ma ogni dolore e ogni piacere e ogni pensiero e sospiro, e ogni indicibilmente piccola e grande cosa della tua vita dovrà fare ritorno a te, e tutte nella stessa sequenza e successione [...]. L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre di nuovo capovolta e tu con essa, granello della polvere! »

_________________
Let's Rock 4 Ever...Until The End Of The Time...!!
AbrAxaS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://abraxas.forumattivo.com
zenoalter
Rocker Fan
Rocker Fan


Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 04.02.08

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Gio Feb 07, 2008 12:41 pm

Non vogliatemene (anzi, vogliatemene pure), ma trovo alquanto improduttivo aprire una stanza sullo Zarathustra (con la H tra la "T" e la "U") lanciando citazioni ad cazzum cani. Se si vuole lanciare una discussione con un conseguente confronto è meglio impostare il topic in altri termini. Nietzsche potrebbe offendersi.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
HellsinG
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 14.01.08
Età : 30
Località : Nowhere

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Gio Feb 07, 2008 12:45 pm

la mia citazione è dell'opera successiva di nietzsche,volevo vedere chi la conoscesse...e comunque potresti avviarla anche tu una discussione "come si deve"..ci farebbe piacere

_________________
Let's Rock 4 Ever...Until The End Of The Time...!!
AbrAxaS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://abraxas.forumattivo.com
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Gio Feb 07, 2008 1:04 pm

Effettivamente la stanza non parla di Zarathustra, infatti non mi ricordavo nemmeno come si scrivesse, e non nasce per avere un confronto, la vera parola non ha bisogno di compromessi, ma esiste solamente per inserire frasi altisonanti nell' intento ke qualquno
si svegli dal suo stato di inferiorità ...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
zenoalter
Rocker Fan
Rocker Fan


Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 04.02.08

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 12:50 pm

Windgrace ha scritto:
Effettivamente la stanza non parla di Zarathustra, infatti non mi ricordavo nemmeno come si scrivesse, e non nasce per avere un confronto, la vera parola non ha bisogno di compromessi, ma esiste solamente per inserire frasi altisonanti nell' intento ke qualquno si svegli dal suo stato di inferiorità ...

1) Se avevi bisogno di inserire frasi "altisonanti" potevi tranquillamente inserire il testo della sigla dei Puffi (noi Puffi siam così, noi siamo Puffi blù...). Pensa, ci sono anche le rimette carine carine.
2) Per quanto riguarda il valore didascalico della tua ultima frase, ti vorrei precisare che, come detto già da Nietzsche, questo è un libro per "tutti e per nessuno", ovvero non intendibile da qualsiasi mente pensante. Aldilà delle ragioni retoriche e metriche, la difficoltà nella lettura dell'opera risiede in un fattore propriamente filologico; quindi mi chiedo (ed ovviamente ti chiedo): come può, qualcuno che vive in uno stato di inferiorità, svegliarsi da esso e comprendere l'opera senza una base, o quantomeno, una summa dei fattori grammatici e linguistici dell'800? Detta più praticamente: senza le fondamenta, col membro che costruisci il castello.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 2:35 pm

Attento, se fossse come dici tu, riterresti le persone che visionano queste frasi non all' altezza per carpirne il valore, potrebbe anke essere, ma la vedo un' offesa bella e buona agli utenti, ke neppure io farei in uno spazio pubblico e condiviso .
Inoltre è mio compito, nei panni di ki ritiene di aver compreso parte del logos, principio unico, menzionare le frasi "altisonanti" (cioè con un certo valore filosofico, non come la sigla dei puffi !) a coloro che ne sono interessati, altrimenti farei l' errore di non aver dato la possibilità agli altri di ravvedersi ...
Inoltre ti considero sempre più un affrancesato, rinunci alla lampante bellezza di queste parole del maestro Eraclito, e ti proponi come un conoscitore stucchevole della letteratura, sei solo un borioso sofista !
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fallen Angel
Moderatore
Moderatore
avatar

Messaggi : 162
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 28
Località : Heaven

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 3:30 pm

Sono pienamende d'accordo con Windgrace!!!! Bravo..cosi si parla Very Happy

_________________
I won't suffer, be broken, get tired, or wasted
Surrender to nothing, or give up what I
Started and stopped it, from end to beginning
A new day is coming, and I am finally free !!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
HellsinG
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 142
Data d'iscrizione : 14.01.08
Età : 30
Località : Nowhere

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 3:33 pm

che bel nesso...i puffi e la filosofia.. scratch Very Happy

_________________
Let's Rock 4 Ever...Until The End Of The Time...!!
AbrAxaS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://abraxas.forumattivo.com
zenoalter
Rocker Fan
Rocker Fan


Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 04.02.08

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 4:03 pm

Windgrace ha scritto:
Attento, se fossse come dici tu, riterresti le persone che visionano queste frasi non all' altezza per carpirne il valore, potrebbe anke essere, ma la vedo un' offesa bella e buona agli utenti, ke neppure io farei in uno spazio pubblico e condiviso .
Inoltre è mio compito, nei panni di ki ritiene di aver compreso parte del logos, principio unico, menzionare le frasi "altisonanti" (cioè con un certo valore filosofico, non come la sigla dei puffi !) a coloro che ne sono interessati, altrimenti farei l' errore di non aver dato la possibilità agli altri di ravvedersi ...
Inoltre ti considero sempre più un affrancesato, rinunci alla lampante bellezza di queste parole del maestro Eraclito, e ti proponi come un conoscitore stucchevole della letteratura, sei solo un borioso sofista !

Come già detto nell'intervento precedente, ribadisco qui: la definizione di libro per "tutti e per nessuno" è inserita dallo stesso Nietzsche, nel suo prologo all'opera. In secondo luogo non sono di certo stato io ad appellare l'inferiorità delle menti dei possibili lettori, anzi, propongo una divulgazione del pensiero dell'autore insieme ai suoi stessi versi per una più facile comprensione, che vada oltre la semplice parola; prima di scrivere, quindi, rileggi bene ogni singola parola per poter essere passibile di giudizio.
Sul punto della bellezza delle parole: credo che sia proprio tu quello che intenda la poesia nel senso più estetico, per dirla alla parnasse, in quanto cerchi di promuovere il verso di Nietzsche come pura forma (profondamente evocativa e simbolica), evitandone la divulgazione del significato. E' facile parlare di cammello, leone e fanciullo, non esplicandone le funzioni e la simbologia.
Inoltre non capisco a cosa sia relativo l'intervento del tuo apologeta qui sopra, se al tuo "borioso sofista" o a cos'altro.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 4:18 pm

Non credo di aver mi parlato di Nietzsche in questa stanza.
Beh, se pur non sono molto popolare, il pubblico può giudicare ...
(piaciuta la rima ?non era voluta)
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
zenoalter
Rocker Fan
Rocker Fan


Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 04.02.08

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 4:30 pm

Windgrace ha scritto:
Non credo di aver mi parlato di Nietzsche in questa stanza.
Beh, se pur non sono molto popolare, il pubblico può giudicare ...
(piaciuta la rima ?non era voluta)

Ah no? Il Così parlò Zarathustra l'ha scritto Giovanni il talebano? Ma che vuol dire?
E' inevitabile che discutendo di un'opera debba essere citato anche il pensiero. Il contesto è una delle condizioni più importanti per la corretta lettura di un testo.
Il pubblico può giudicare a patto che si giustifichi e si confronti.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 5:05 pm

Ma ti ripeto che, anke se a me Nietzsche piace, non ho mai palato ne di lui, ne tantomeno delle sue opere e pensiero, ma quello che ho riportato è solo il nome storpiato di Zarathustra (profeta credo dell' antico testamento) che non centra nulla con la stanza, e le frasi che ho inserito sono di Eraclito l' oscuro.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
zenoalter
Rocker Fan
Rocker Fan


Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 04.02.08

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Ven Feb 08, 2008 8:23 pm

Noto con poco piacere che è stata creata un bel pò di scontata confusione, dato il titolo del post e tutti gli altri - comuni - elementi discussi: non capisco però cosa c'entri Zarathustra con Eraclito.
Zarathustra, teologicamente, è il fondatore dello Zoroastrismo, una religione ben più antica del Cristianesimo stesso, sul quale - del resto - ha influito. Si basa sulla contrapposizione tra bene e male (quantomeno quello storico), su due vie parallele, ma dai percorsi e gli ostacoli differenti; ovviamente, la prima strada è quella della giustizia, l'altra della guerra, con una conseguente mancanza di una "via di mezzo". Una delle più affascinanti dottrine dualiste.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
spadaspezzata
AbrAxaS Member
AbrAxaS Member
avatar

Messaggi : 84
Data d'iscrizione : 15.01.08
Età : 30
Località : La stanza che guarda ad Ovest

MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   Gio Feb 21, 2008 12:04 pm

Cmq, ora parlerò della rivelazione, chi ha orecchie intenda :

Prendiamo in esame la favola del pifferaio magico ... Tutti la conscerete, tuttavia vi invito a rivederla con gli occhi dell' "Antagonista" ...
La cittadina medioevale è invasa dai topi, e la popolazione ormai esausta necessita dell' intervento provvidenziale di chiunque sia ingrado di liberarla.
Il pifferaio si presenta al cospetto del regnante e garantisce che il problema dei roditori sarà presto archiviato, tuttavia richiede per il suo operato un' ingente somma di denaro.
Il regnante e il consiglio indetto accettano; il pifferaio con la sua melodia conduce i topi al di fuori della città, e debella la piaga permanentemente.
Il pifferaio ritornando al comune non riceve alcun compenso, il giorno dopo quindi, all' alba, con la sua melodia ipnotizza tutti i bambini e li porta con se.
Come in tutte le favole e simili, la gente aggredirrà il pifferaio e si riprenderà i propri figli vivendo felici e contenti ...


Analizziamo diversamente la favola ...
Il pifferaio è un dio sotto mentite spoglie, che dona la salvezza all' umanità (cittadina), dai dolori dell' esistenza e da una natura matrigna (topi). Chiede tuttavia che essi rinuncino alla corruzzione (denaro) per abbracciare una nuova era di serenità. Compiuto il proprio dovere egli vede tradito il patto con l' umanità (in realtà conosceva l' epilogo, ma doveva comunque donare la facoltà di redenzione), e tenta comunque di salvare i bambini (la speranza nel futuro)
dalla corruzzione del mondo.
Il dio non riuscirà a donare a nessuno la salvezza, tuttavia condanna gli uomini all' esistenza buia e insensata, che essi stessi hanno scelto .
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Così parlò Zaratustra   

Torna in alto Andare in basso
 
Così parlò Zaratustra
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» FLF: Così fan Tutte (parte prima)
» il 34 ci lo giochiamo cosi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
AbrAxaS :: Angolo Culturale-
Vai verso: